LEGGI, MAMMA, LEGGI!

Posts Tagged ‘poesia

falene

A moth is a butterfly’s dark twin

dressed in drab wings.

She isn’t scary.

Think of her as a different thing-

a plain-clothes fairy.

 

Una falena non è altro che la gemella dark di una farfalla

rivestita di ali incolori.

Non fa paura.

Pensa a lei come a qualcosa di diverso,

come se fosse una fata in abiti borghesi.

 

Da New and collected poems for children di Carol Ann Duffy. Mia traduzione.

Illustrazione: Maggie Taylor. “The moth house”. 2012

 

Il mio augurio a tutti voi per l’anno alle porte: riuscire a vedere le cose, anche le più incolori, con occhi diversi, come attraverso una magica lente, così che ogni falena diventi una variopinta farfalla. Che poi è quello che ogni giorno fanno i bambini, con naturalezza, per combattere la paura. Buon anno, di cuore!

Vostra Emma

Annunci

Buon anno scolastico a tutti con le parole di una divertente poesia di Shel Silverstein (la traduzione è mia, il testo originale è intitolato “Sick”-malata), autore che amo molto (e che chiaramente suggerisco).

“Oggi non posso andare a scuola”

-esordì Peggy Ann Kay- ho morbillo, parotite e lividoni viola.

Asciutta la gola ma in  bocca tutta saliva che non va giù

E dall’occhio destro ormai non ci vedo più.

Grandi come macigni le mie tonsille,

sedici, anzi diciassette, di varicella le bolle.

Gamba malferma, occhiaie bluette e faccia verdina:

sarà mica la nuova febbre cavallina?

 

Tosse, starnuti, ansimi : mi sembra di soffocare

son certa che anche la gamba sinistra è da curare.

Se muovo il mento l’anca mi fa male

E l’ombellico ha un foro: che cosa si può fare?

La schiena è a pezzi, la caviglia non si muove

e l’appendice ulula quando fuori piove.

Il collo è rigido, la voce spenta

Sussurro a stento e la lingua è lenta.

Scheggiato il pollice e i capelli, ormai, andati

Schiena e gomito tutti piegati.

La febbre è alta e il cervello frigge

Ho un buco all’orecchio e l’unghia più non regge.

Il cuore è…

Come? Che ha detto? Perfavore, ripete? Non riesco a sentire!

Che oggi è sabato? Ma allora, mi scusi, esco fuori a giocare!


Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere notifiche riguardo i post

Categorie

Avvertenze sui contenuti: