LEGGI, MAMMA, LEGGI!

Potreste, per favore, chiamarmi “Cordelia”?

Posted on: 16 ottobre 2013

Will you please call me Cordelia di Kass Hall

“Will you please call me Cordelia” di Kass Hall

“Ho sempre fatto finta di chiamarmi Cordelia. Però se mi chiamate col mio nome , per piacere chiamatemi Anne con la “e” alla fine anziché Anna”

“Che differenza fa com’è scritto?” chiese Marilla con un altro sorriso arrugginito mentre prendeva la teiera.

“Fa una grande differenza. Ha un aspetto migliore. … Anna ha un aspetto orribile. Anne è molto più distinto. Se cercherete di chiamarmi Anne con la e finale io cercherò di sopportare il fatto di non chiamarmi Cordelia”.

Anna dai capelli rossi- Anna dei tetti verdi  Di Lucy Maud Montgomery

Ho sempre provato una grande tenerezza per  le persone che , grazie all’immaginazione, rendono perfetto un mondo spietatamente imperfetto trasformandolo in un luogo decisamente più affascinante e seducente di quanto non lo sia in realtà. Anna (o, come preferirebbe lei,  Anne) ha questa rara dote che appartiene solo alle anime belle: attraverso i suoi occhi le cose più banali e grigie assumono un’eleganza  e una luce che le nobilita.

Anna Shirley è un umile orfana e non ha avuto il privilegio di crescere in un ambiente sofisticato, tuttavia è in grado di apprezzare e di cogliere la raffinatezza  e la desidera nella sua esistenza con tutta se stessa :  ama i nomi ricercati, distinti, e sa riconoscere l’eleganza che la sostituzione di una “e”  al posto della “a” finale dona al suo comune e semplice nome di battesimo. Come fai a non voler bene ad una così? Ad una che finge di chiamarsi Cordelia? A volte nella vita bisognerebbe fare come lei: cercare disperatamente, ostinatamente, follemente l’eleganza e la raffinatezza anche laddove sembra non ve ne sia traccia alcuna, perché la realtà può essere infinitamente più interessante se la guardi con gli occhi di Cordelia.

Annunci

2 Risposte to "Potreste, per favore, chiamarmi “Cordelia”?"

Ma tu sei una biblioteca vagante amica mia! E comunque io da adolescente, dopo aver letto Re Lear, mi facevo chiamare proprio Cordelia haha. Mia figlia invece ha deciso che la devo chiamare Barsanofia…E tu? sempre e solo Emma?

Lo sapevo che anche tu sei, come me e come Anna, un’ “aspirante Cordelia”. Tutte noi sognatrici lo siamo. Io, in un angolino del mio cervello, penso ancora di chiamarmi così. Poi, quando riapro gli occhi, torno ad essere Emma, Ciao Cordelia del mio corazon!
PS: certo che la Piccola con Bersanofia ci supera a noi due, eh!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere notifiche riguardo i post

Categorie

Avvertenze sui contenuti:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: