LEGGI, MAMMA, LEGGI!

Da scrivere con l’inchiostro d’oro

Posted on: 19 giugno 2012

“Altri anni passarono e Wendy ebbe una bimba;

questo non bisognerebbe scriverlo con l’inchiostro nero ma con l’inchiostro d’oro”

da “Peter Pan e l’isola che non c’è”

Cosa ho pensato quando, in attesa del mio primo figlio, ho saputo di aspettare una femmina? Ho pensato che con lei avrei potuto condividere tutte le mie passioni, quella della lettura soprattutto, e che sarebbe diventata la mia migliore amica, la confidente più preziosa e un’insostituibile alleata. Ho pensato che avremo avuto l’intimità che con un figlio maschio è difficile avere, che ci saremo capite con uno sguardo, che saremo andate insieme al teatro, in biblioteca, al cinema e in tutti quei posti dove è bello andare con un’amica che ama quello che ami tu e si emoziona per le stesse cose che fanno emozionare te. Ho pensato che sarebbe stato bellissimo scegliere i vestiti insieme, ascoltare buona musica e parlare di ragazzi, quadri, foto, cibo e luoghi. Ho pensato che quella piccola Eva sarebbe nata dalla mia costola per rimanere per sempre al mio fianco e non lasciarmi mai più. Poi l’ho incontrata e i pensieri sono divenuti una meravigliosa realtà da scrivere ogni giorno con inchiostro d’oro ….

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere notifiche riguardo i post

Categorie

Avvertenze sui contenuti:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: