LEGGI, MAMMA, LEGGI!

Come scelgo i libri che trovi in questo blog

Posted on: 12 marzo 2012

Mi sono resa conto che non ho, finora, spiegato a chi mi legge i criteri, personalissimi e quindi criticabili, in base ai quali suggerisco i libri di cui vi parlo: e questa è una mancanza. Gli elencherò il più brevemente possibile:

Cassatt Mary. “Nurse reading to a Little Girl”. 1895

  1. Privilegio la storia più che il messaggio nascosto dietro di essa. Mi piacciono i libri che trattano di tematiche importanti, ma queste non devono “fare la parte del leone” a discapito della vicenda perché il bambino è catturato da ciò che accade, non dalla “lezione” che l’Autore ha voluto impartirgli, lezione che può anche essere del tutto assente o difficilmente rintracciabile per come la vedo io.
  2. Preferisco i libri divertenti, ricchi di humor e di suspance, anche apparentemente privi di significato logico (io e mia figlia adoriamo i nonsense), e quelli che giocano con le parole (Rodari è nella mia hit-list). Se poi sono illustrati alla grande sono perfetti per noi 🙂
  3. Ho un debole per i libri in cui il protagonista cresce, si evolve nel corso della storia, cambia, si trasforma: un personaggio che è diverso alla fine del libro rispetto all’inizio è di gran lunga più affascinante per un bambino, cattura di più la sua immaginazione e sarà più tentato di immedesimarsi in esso (non è infatti il “cambiamento” che contraddistingue tutta l’infanzia?).
  4. Nelle storie che leggo a mia figlia non è importante che il protagonista abbia sempre un comportamento ineccepibile, può anche compiere azioni moralmente scorrette, dipende da come l’Autore ci presenta i comportamenti sbagliati e il contesto nel quale agisce il personaggio: un eroe può anche scegliere il male, l’importante è che il libro mostri le conseguenze negative di tale scelta.
  5. Ricordo perfettamente tutti i libri della mia infanzia che amavo da morire e quelli che hanno avuto un ruolo decisivo nella mia formazione: se mi sono piaciuti così tanto evidentemente un motivo c’era, cerco quindi di riproporli a mia figlia e se non li trovo gliene leggo di simili per argomento e tipologia.
  6. Non necessariamente scelgo libri consigliati per la fascia d’età di Antea(4 anni), abitualmente prendo quelli per bambini un pò più grandi, li trovo più stimolanti per lei e se proprio vedo che non li percepisce fino in fondo li conservo per riproporglieli quando sarà più grande. Ecco perché spesso non indico l’età di lettura: è difficile stabilirla, dipende dal bambino.
  7. Sono attirata da libri che non danno risposte ma lasciano aperti interrogativi ai quali il bimbo possa dare una risposta tutta sua, e che insistono su valori per me fondamentali quali: l’amicizia, l’altruismo, la tenacia, l’onestà, il rispetto per la natura.
  8. Non mi faccio condizionare dalle liste dei best seller, non per snobismo ma perché credo che il fatto che un libro venda non significhi necessariamente che sia un buon libro (ma può anche essere che lo sia, ovviamente).
  9. Sono una docente di lettere, quindi sono fatalmente attratta dai libri scritti bene: la bellezza delle parole e la loro armonia sono come il canto delle sirene a cui non so e non voglio resistere (sono molto esigente anche con le traduzioni) perché un bambino, per quanto piccolo, merita di essere coccolato da un linguaggio il più possibile accurato.
  10. Difficilmente troverete post su libri freschi di stampa per il semplice motivo che, in genere,costano di più, e, poiché compriamo davvero moltissimi libri, preferisco andare in cerca delle occasioni e degli sconti. E poi c’è più gusto a far apprezzare agli altri un libro “dimenticato” perché un pò datato piuttosto di uno che fa bella mostra di sé dagli scaffali di una libreria (tanto con internet è possibile trovare quasi tutto ormai). Tuttavia se un libro ci piace veramente non badiamo a spese 😉
  11. Non scelgo necessariamente libri la cui lettura possa ispirare delle attività creative da svolgere con mia figlia, ciò nonostante capita spesso che un buon libro ci suggerisca tanti spunti non solo di riflessione ma anche per dedicarci a qualche lavoretto manuale (anche se, lo confesso, sono un pò negata…l’artista di famiglia è mio marito).

A chi avuto la pazienza e la bontà di leggermi fin qui: credo di aver detto tutto o quasi. Ah… dimenticavo la cosa più importante: queste regole non sono prescrittive, non necessariamente le seguo tutte incondizionatamente quando scelgo un libro. A volte, come nella vita quando ci si innamora di qualcuno per un colpo di fulmine , a “scatola chiusa”, così, anche per i libri, può scattare una molla che mi spinge all’acquisto anche se il libro non risponde a nessuno dei criteri indicati. Del resto proprio i bambini ci insegnano che il bello delle regole è infrangerle 🙂

“The reading lesson” di Knut Ekvall (1843-1912)

Annunci

3 Risposte to "Come scelgo i libri che trovi in questo blog"

Bellissimo post: l’ho letto velocemente,e non perché ho il sugo sul fuoco, ma perché conosco perfettamente quello di cui parli! E a proposito dei libri vecchi e dimenticati: per caso conosci posti (vituali e no) dove se ne trovano tanti per bambini?

Cara Graziana, in famiglia c’è il culto dei libri quindi ho la fortuna di possedere ancora quasi tutti quelli della mia infanzia più qualcuno che apparteneva a mia nonna, insegnante elementare. Per i libri non vintage, ma semplicemente fuori catalogo (quindi al max di una decina d’anni fa), cerco, come te, su Amazon o IBS. Poiché abito non lontano da Napoli, fino a qualche tempo fa trovavo libri di seconda mano (anche per bambini) a Port’Alba, una zona nel centro antico dove si vendono libri usati.

Grazie, molto utile. Direi che siamo in sintonia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere notifiche riguardo i post

Categorie

Avvertenze sui contenuti:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: